Con il termine fattura immediata ci si riferisce al documento emesso entro le ore 24 del giorno in cui si verifica uno degli eventi che determinano il sorgere dell’impositivo, individuabile con la consegna o la spedizione per le compravendite di beni mobili, con il pagamento del corrispettivo dovuto in caso di servizi prestati o, infine, con la stipulazione del rogito con riferimento ai beni immobili.
Tale documento caratterizza solitamente le prestazioni di servizi o i versamenti di anticipi.

Al contrario la fattura differita, tipica delle sole operazioni che originano un movimento merci, è da emettersi entro il giorno 15 del mese successivo a quello di consegna o spedizione dei beni.

A tal proposito, l’articolo 21 comma 4 del decreto IVA legittima la possibilità di emettere una sola fattura, riepilogativa delle operazioni effettuate nello stesso mese solare nei confronti di uno stesso cliente nel caso in cui le merci risultino tutte accompagnate da un documento di trasporto, o da altro documento equivalente.

È importante quindi che tale documento, sia esso analogico o digitale, esponga le generalità del cedente e del cessionario e dell’eventuale incaricato del trasporto, permettendone l’identificazione, nonché l’indicazione della data e le generalità della natura, della qualità e delle quantità delle merci cedute.

A questo fine, ove contenenti le informazioni secondo quanto sopra riportato, potranno essere utilizzati anche i buoni consegna emessi dalle attrezzature elettriche.

Mettiti a tuo Agyo®!